Mensa scolastica

Quando è stata costituita l’Unione di comuni, il servizio di mensa scolastica era gestito per gruppi di comuni. Questi hanno trasferito all’Unione i rispettivi contratti (n. 5) che differivano tra loro per contraente, prezzo unitario del pasto e clausole contrattuali. Inoltre era il cuoco che decideva in che modo combinare gli ingredienti per confezionare il pasto.

L’Unione, per uniformare le diverse situazioni, ha predisposto un unico appalto per riportare i contratti in essere alla unitarietà.

Con il nuovo appalto l’Unione si propone di sostenere un progetto di educazione alimentare che reintroduca gradualmente, nelle mense scolastiche i prodotti alimentari provenienti dal contesto territoriale locale e regionale. Verranno promosse delle iniziative tese a sensibilizzare l’opinione pubblica e le giovani generazioni a una cultura del territorio e dell’ambiente rurale e a una riscoperta delle proprie radici agro-alimentari. Il progetto si concretizza in un percorso educativo alla riscoperta dei sapori e delle ricchezze della nostra cultura rurale, con l’introduzione di piatti della tradizione nella dieta dei destinatari del servizio di refezione scolastica e, di pari passo, in iniziative di educazione al territorio, all’economia in termini di spesa energetica e ambientale, alla promozione del consumo di prodotti locali attraverso lezioni in aula, incontri con i genitori e i docenti e visite guidate alle aziende agro-zootecniche.
Mangiare non è solo alimentare il corpo ma è anche la scoperta della identità di un popolo. Il servizio di mensa scolastica è basato anche sulla valorizzazione di alcuni piatti della cucina tradizionale, un laboratorio di esperienze, di educazione per la riscoperta di “sane” abitudini alimentari.  Il progetto è basato sul concetto di filiera corta, controllata e documentata, conforme all’art. 18 del Reg. CE n. 178/2002 (rintracciabilità), che comporta l’abbattimento dei costi dei trasporti con conseguente riduzione delle fonti di inquinamento a essi legate.

A – n. 7 sedi di scuole dell’infanzia:
1.    sede di Albagiara (che accoglie gli studenti residenti ad Albagiara e quelli provenienti da Usellus/Escovedu);
2.    sede di Ales (che accoglie gli studenti provenienti da Ales/Zeppara, Curcuris, Pau, Villa Verde, Simala, Gonnoscodina);
3.    sede di Gonnosnò (che accoglie gli studenti residenti in Gonnosnò/Figu);
4.    sede di Mogorella (che accoglie gli studenti residenti in Mogorella e quelli provenienti da Senis, Assolo, Ruinas e Villa s. Antonio);
5.    sede di Morgongiori (che accoglie gli studenti residenti in Morgongiori);
6.    sede di Nureci (che accoglie gli studenti residenti in Nureci e quelli provenienti da Asuni);
7.    sede di Sini (che accoglie gli studenti residenti in Sini e quelli provenienti da Baressa e Baradili).

B – n. 3 sedi di scuola primaria
1.    sede di Ales (che accoglie gli studenti provenienti da Ales/Zeppara, Curcuris, Gonnoscodina, Pau, Simala e Villa Verde);
2.    sede di Baressa (che accoglie gli studenti residenti a Baressa e quelli provenienti da Albagiara, Baradili, Gonnosnò e Usellus);
3.    sede di Morgongiori (che accoglie gli studenti residenti in Morgongiori);

C – n. 2 sedi di scuola secondaria di 1° grado
1.    sede di Ruinas (accoglie gli studenti residenti in Ruinas e quelli provenienti da Mogorella e Villa s. Antonio);
2.    sede di Usellus (accoglie gli studenti residenti in Usellus e quelli provenienti da Albagiara, Baressa e Gonnosnò).

L’appalto del servizio viene è stato affidato al  Consorzio “A TAVOLA”.
L’importo contrattuale, riferito all’anno scolastico 2011-2012 è stato di € 221.091,03.

Il C.d.A. dell’Unione ha proposto il seguente riparto a carico dei comuni:
€ 221.091,03 – (costo complessivo del servizio per l’a.s. 2011-2012)
€   15.000,00 – (contributo Ministero per personale docente e ATA)
€   60.000,00 = (quota a carico del bilancio dell’Unione)
€ 146.091,03    (importo da ripartire tra i 20 comuni associati).

Recapiti:
Consorzio stabile “A TAVOLA”
Società consortile a.r.l.
via Cavour, n. 15
Fax 0971 650132
95100 - POTENZA
Referente a Oristano: sig. Andrea De Matteis – cell. 334 5459668

Referente per l’Unione:
Dott.ssa Elisabetta Ghisu
-    martedì dalle ore 9,00 alle ore 10,00
-    giovedi dalle ore 9,00 alle ore 13
Tel 0783 91901

Uffici collegati: 
Contatti